La terminologia all'interno del sito cav e cap

Produzione di elementi prefabbricati in cav e cap per l'edilizia


Pubblicato il 15 Dicembre 2017
L'acronimo CAV, spesso usato all'interno della nostra pagina web, sta per Calcestruzzo Armato Vibrato. Questa comune tecnica consiste nel vibrare il calcestruzzo con appositi vibratori durante la fase di getto al fine di consolidare l'aggregato, e far fuoriuscire anche le più piccole bolle d'aria che potrebbero pregiudicare le caratteristiche meccaniche degli elementi. Spesso all'interno della pagina ci si riferisce agli elementi strutturali dicendo che sono disponibili in CAV e CAP. Il Termine CAP che sta per Calcestruzzo armato Precompresso non pregiudica la vibrazione, la quale viene eseguita su tutti i getti, per qualsiasi elemento prodotto da l'Edile. Per pragmatismo si fa riferimento a CAV qualora l'elemento sia solo vibrato ma non precompresso e a CAP qualora sia sia vibrato che precompresso. Normalmente la precompressione si applica solo a travi la cui luce e i cui carichi sono importanti. Per elementi ordinari più essere che non sia disponibile l'elemento precompresso a solamente vibrato. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare le apposite schede prodotti.



Vedi anche
15/04/2016 Prefabbricati in calcestruzzo: UNI EN 13225

15/02/2018 Normativa per fondazioni a plinti prefabbricati in calcestruzzo

15/02/2016 Prefabbricati in calcestruzzo e la norma UNI EN 13225

15/08/2017 UNI EN 14991:2007 norma europea per fondazioni su plinti prefabbricati

15/08/2017 Plinti prefabbricati a bicchiere: caratteristiche tecniche e dimensionali